itarzh-TWcsnlenfrderues
Vivere Slow
è l'Associazione turistica per poter ritornare alle origini per scoprire la bellezza nella Sicilia nascosta
Eventi & Convegni
Partecipa alle nostre iniziative
Itinerari & Esperienze
Arrenditi alla bellezza... conquista i tesori della Sicilia nascosta
Educazione ambientale per le scuole
Visite guidate, birdwatching, laboratori nella natura, momenti di crescita
La Casa del Viandante
Accoglienza ed ospitalità turistica

Teofania 5 e 6 gennaio
La Teofania è una delle maggiori e più sentite feste dell'anno liturgico che riveste un forte significato religioso, storico, culturale e tradizionale, chiamata anche “Festa delle Luci”. A Contessa Entellina, come nelle altre comunità di rito bizantino, la funzione religiosa viene arricchita dalla presenza di persone che indossano i colorati e tipici costumi tradizionali, a simboleggiare che spiritualità, rito, cultura e tradizioni vivono in completa simbiosi e caratterizzano la storia della nostra comunità.

Theophany 5th and 6th January
The Theophany is one of the main and most heartfelt festivals of the liturgical year which has a strong religious, historical, cultural and traditional meaning, also called the “Festival of Lights”. In Contessa Entellina, as in the other Byzantine rite communties, the religious function is enriched by the presence of people who wear colorful and typical traditional costumes, to symbolize that spirituality, rite, culture and traditions live in complete symbiosis and characterize the history of our community.

 

teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania

  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania
  • teofania